Un po’ di me…

Visto che da quasi due mesi sto pubblicando in maniera quasi regolare, forse è il caso che mi presenti, anche se sono rimasta (temporaneamente spero) sola in una impresa che voleva essere a due.
Mi chiamo Lila, nel senso che è il modo in cui penso a me stessa, non quello con cui mi hanno chiamata all’anagrafe, ho passato da poco il mezzo del cammin ed abito tra le nebbie del nord est d’Italia, da cui il tiramisù del nome (peccato che il tiramisù sappia solo mangiarlo) insieme ad una belvetta bipede e a due pigrotti quadrupedi. I miei interessi sono alquanto variopinti, cosa incredibile e pericolosa per una persona essenzialmente pigra e disordinata quale sono. Di solito gli amici si ricordano di me se hanno problemi con il PC, da cui ne deduco che qualcosa ne capisco, anche se fortunatamente non mi guadagno più il pane a risolvere le rogne degli altri… o forse non fortunatamente, visto che continuo comunque a farlo…  Ho qualche forum, un po’ di siti sparsi in giro e collaboro di qua e di là scrivendo html e php in formato matrix.
Mi piacciono molto i libri, soprattutto se non vedono luce da 5-600 anni e sono manoscritti su pergamena o buona carta di cotone, il sapore sotto i denti non è confrontabile a quello di certa cartaccia acida con cui stampano ai giorni nostri… mmm forse non è in questo senso che posso essere definita “topo di biblioteca”? che poi nel mio caso sarebbe d’archivio… Resta il fatto che anche la musica del tempo era migliore, a mio modesto parere, anche se il barocco si sposa meglio con la mia voce… uh, ed anche l’architettura del tempo non era male, altri materiali, altre tecniche, altri tempi (ma ammettiamolo, spesso stessi problemi… amministrativi… e poi non è bello pensare che uno si faceva un palazzo pagando la manodopera una miseria!!!). Di computer ci campo poco, di musica per nulla, di architettura (da restaurare) un po’ di più, almeno al momento…
Rimane fuori lo sport… che al momento si limita all’inseguimento delle belve ed al sollevamento delle macchine… perchè in qualche modo il passato ritorna e da brava figliola che da piccina ha imparato a cucire ed a fare a maglia, sono intrippata nelle macchine da cucire d in quelle da maglieria, hobby alquanto ingombrante, sicuramente più che collezionare francobolli… per fortuna non c’erano macchine da cucire rinascimentali e barocche, così ho deciso di evitare la collezione dei modelli da “collezionista” e concentrarmi su altre epoche, meno costose e meno rare, ma molto più divertenti da smontare e rimontare senza l’ansia di rovinare le dorature.
Al momento la mia raccolta conta qualche doppione, che spero troverà presto nuova casa (se vi interessano fatemi un fischio).

Macchine da cucire (date indicative, escluse quelle in riparazione o per pezzi)
Necchi

  • 1948 BFL (motore portatile, rettilinea) verde
  • 1948 BF (pedali, rettilinea) nera
  • 1948 OB36 (da cuoio a braccio libero, in attesa di motore) nera
  • 1953 BU Mira con AZA (pedali) oliva
  • 1954 BU Supernova Automatica (motore interno, punti automatici a camme) grigio-panna
  • 1957 Mirella RPC (motore e manovella, portatile a braccio libero, macchina personale della belvetta, rettilinea) avorio
  • 1961 Lycia 544 (motore – portatile a braccio libero, due) avorio
  • 1961 Supernova Julia Automatica 534 (motore) viola e panna
  • 1978 Silvia 586 (motore, portatile a braccio libero)

Borletti

  • 1950 1001 (pedali)
  • 1952 ZZ2000 (motore, vagante)
  • 1960 1101 (pedali, ma senza tavolo al momento)
  • 196x Robot ZZA, a motore ma necessita un blocco camme nuovo

Vigorelli

  • 1975  Pratica (motore esterno, ricami a camme automatici su una larghezza di 12 mm – il modello originale è del 1966)

Elna

  • 1948 #1 “Grasshopper” (motore portatile a braccio libero con valigia che diventa estensione del tavolo – due, ma una in riparazione)
  • 1962 Supermatic beige in valigetta

Singer

  • 1909 15-30 (o 15D)  nera con decorazioni oro stile Memphis
  • 1922 66-16 (Wittemberge) in bauletto con reostato a ginocchio originale
  • 1948 circa 29K1, su tavolo a pedali originale, macchina da calzolaio a trasporto superiore
  • 1956 319M (motore esterno, portatile, camme esterne ed interne) marrone e sabbia
  • 1956 306M (motore esterno a 160V, senza camme) verde/grigio metallizzato

Kenmore

  • 1957 117.720 “Deluxe Rotary” ( motore da 110V portatile in valigia di legno, totalmente accessoriata)

Maglieria

  • 1973 Brother KH 810 (una frontura con schede e pulsanti – 4,5 mm)
  • 1978 Brother KH 840 (una frontura con schede – 4,5 mm  e una doppia frontura con mobile)
  • 198x Singer 2342 (doppia frontura con Memomatic e motore – 5mm)
  • 19?? Knitmaster SK120 (doppia frontura – manuale – 8mm)

Accanto alle macchine colleziono gli accessori, per cui zigzagger, occhiellatori e tutti quei piedini divertenti di cui leggete nel mio blog… Lo ammetto le mani a fine serata non sono propriamente adatte ad un incontro galante, ma che volete, veder cucire una macchina che sembrava un rottame è sempre una grande emozione! In effetti passo più tempo con i cacciaviti che non a cucire o fare la maglia sul serio… però mi piace anche quello! e giuro che qualche volta riesco a fare qualcosa!
Cosa manca? ah, si, i fumetti, possibilmente manga, ma forse quelli andavano nei libri…
di che cosa avrei bisogno al momento? di una colf 😉

pixelstats trackingpixel

135 pensieri riguardo “Un po’ di me…”

  1. vorei sapere se la macchina brother 810 a una frontura completa di accessori la vende? perchè sono interessata la ringrazio se mi risponde.

  2. Ho una Necchi Julia 534 con mobile originale e libretto di istruzioni. Era di mia mamma che penso l’abbia usata l’ultima volta una ventina di anni fa ed allora era funzionante. Abito vicino ad Udine. Se può interessare a qualcuno, possiamo sentirci.

  3. Salve!
    ho 22 anni e sto entrando adesso nel mondo del cucito che adorooo!!
    mia madre ha una necchi 514…cosa mi dici di questa macchina?e non è che sai come posso fare per reperire il manuale??
    grazie mille in anticipo
    Rosy

    1. Buongiorno, la necchi 514 è l’evoluzione della Lelia 514 con la placca ago rotonda, in pratica una delle macchine base che hanno fatto la storia Necchi. E’ un modello zigzag con camme ma senza blocco interno per l’occhiello a 5 passi. Se lei guarda il manuale contrassegnato come 54x vedrà più o meno la stessa macchina solo con motore interno ed una posizione diversa del filarello. Usa come tutte le Necchi normali piedini industriali e cuce di tutto con pochi problemi. E’ un modello con un po’ più di plastica della Supernova o della Julia, ma non dovresti avere nessun tipo di problema una volta fatta una pulizia completa.

  4. Ciao! Complimenti per il sito! Girovagando l’ho trovato…. Sono alla ricerca di un metodo (sempre che esista) per sistemare la mia brother kh840 da sola. La scheda disegni non lavora, o meglio, lavora male, gli aghi si selezionano in un ordine mistico a me sconosciuto.. Risultato una cianfrusaglia di filato molle e aggrovigliato. Il tecnico dice: fuori fase il lettore… È pulita, aghi nuovi, barra nuova…. Il tecnico è lontano da me… Dice che esiste una soluzione?! Grazie….

  5. Buongiorno,
    io ho una necchi supernova julia che nessuno vuole provare a far funzionare; praticamente non si sposta il blocco ago per fare lo zig zag ed ha gli ingranaggi parzialmente bloccati. vorrei provare a smontarla io, tanto peggio di così… a tale scopo cercavo su internet un esploso della parte meccanica, per riuscire a rimontarla senza lasciare indietro nessun pezzo, ma non l’ho trovato. Vista la Sua passione, non riuscirebbe ad aiutarmi in qualche modo? (vedo su internet che Lei ha pubblicato qualcosa ma le pagine non sono accessibili…)
    grazie in anticipo!
    (in alternativa proverei fotografando di volta in volta ma non so se sia un metodo valido)

    1. Buongiorno,
      la sindrome del blocco dello zigzag è un classico delle supernova, non serve smontare, serve solo tanto olio, soprattutto di gomito, e tanta pazienza. Anzi, sconsiglio vivamente lo smontaggio. In pratica il vecchio olio si disidrata nei pistoncini dello zigzag e li blocca, se apre la testa vede la barra dell’ago ed il braccetto che la congiunge alle levette dello zigzag e della posizione ago. Si tratta di usare alcool o svitol per ammorbidire l’olio vecchio e poi con le dita smuovere il blocco. Se in passato qualcuno ha avuto la geniale idea di usare lubrificanti al silicone, come il wd40, potresti dover lavorare anche per giorni interi. Oltre al pistone dell’olio sono soggetti a blocco il meccanismo delle camme, dove bisogna però stare attenti a non riempire di olio la coppa che contiene gli ingramaggi e il punto indietro.
      Per esperienza, se non c’è un meccanico di vecchia scuola esperto di necchi meccaniche, meglio fare da sè, l’incompetenza dei nuovi meccanici che sono abituati solo a cambiare schede elettroniche causa danni devastanti.

  6. grazie mille, proverò perchè ieri l’ho aperta e sono riuscita a spostare il blocco a sinistra, ma ora è tutto fermo.
    non credo siano stati usati lubrificanti al silicone, perchè non è stata lubrificata per anni
    il meccanismo delle camme credo funzioni
    mi tiro su le maniche e vado ad operare 🙂
    nel caso mi permetterò di chiedere ulteriori consigli!!!

  7. Grazie per il tuo lavoro. Mi hai proprio salvata dal mio disordine. Ho una Borletti 1102 dagli anni ’70 e negli anni ho fatto tanti bei lavori ricami compresi. Dopo diversi anni di inattività forzata volevo proprio rimettermi al lavoro, ma “tragedia” non trovo più i manuali. Grazie per il tuo pronto ed efficace soccorso!

  8. Buongiorno lila, ho scoperto il suo bellissimo sito navigando alla ricerca di aiuto per la mia necchi type 512. Acquistata usata un anno e mezzo fa, è sempre andata bene, finchè giorni fa è andata fuori fase la tensione. Non riuscendo a venirne a capo l’ho portata in assistenza dove, rifatta la regolazione, funzionava benissimo. Ma siccome la legge di Murphy è fantastica, appena tornata a casa e rimontata sul suo mobiletto, non andava più. Qualunque spessore di filo o ago io metta, il filo sotto è tutto un groviglio, mentre sopra fa 2 o 3 punti e poi si “impunta” l’ago. Questo sopratutto col filo grosso, mentre con quello sottile o si spezza, o sopra è quasi a posto e sotto aggrovigliato a non finire. Consigli da darmi?
    Grazie di cuore!
    Luisa

      1. Buongiorno. Onestamente ho paura a metter mano a quel blocchetto. Ho letto le sue istruzioni che sono molto dettagliate, ma non vorrei far disastri. Quel blocchetto mi é rimasto in mano già un paio di volte xché si allenta la vitina che lo tiene fisso al corpo della macchina. Che possa esser anche quella xhe influisce sulle tensioni? Che l’abbia stretta troppo?

  9. Mi chiamo Marco ho una Singer 29k1 non riesco a farla cucire dove posso portarla da un bravo meccanico? Io sono della provincia di Torino

      1. ti ringrazio per avermi risposto. purtroppo temo sia consumato la struttura porta crochet in ghisa della macchina.la 29k1 è da calzolaio

  10. Buongiorno, complimenti per la sua collezione. Anch’io condivido le nebbie del nord-est e l’interesse per la musica barocca.
    Oltre naturalmente la passione recente per le macchine da cucire. Al momento possiedo:
    Frister-Rossman 1910 ca a manovella
    Jones “cat back” inzio ‘900
    Kayser appartenuta a nonna di mia suocera fine ‘800 a manovella
    Singer 15k del 1926 a pedale appartenuta a zia della suocera di mia cognata
    Singer 99k del 1948 con motore originale
    Singer 15M88 della zia di mio marito (in arrivo, non so ancora l’anno)
    Elna Grasshopper
    Borletti 1102
    Singer !91M color beige

      1. con molto piacere! Io cucio da circa 2 anni con qualche aiuto di esperte ma non ho fatto corsi. Insomma, mi arrangio a far qualcosa. Ora voglio mettere in funzione la 15K e devo cambiare la molla della tensione. Vorrei provare a sistemarla io. La molla la posso trovare da qualsiasi rivenditore? Grazie

  11. Ho una macchina x maglieria brother quando passo il carrello x lavorare la maglia un ago si alza e il carrello s’impunta x continuare a lavorare devo abbassare l’ago ..ma ogni volta è un impresA come posso aggiustarla manualmente senza portarla in assistenzA?

  12. Ho una macchina x maglieria brother quando passo il carrello x lavorare la maglia un ago si alza e il carrello s’impunta x continuare a lavorare devo abbassare l’ago ..ma ogni volta è un impresA come posso aggiustarla manualmente senza portarla in assistenzA? Kr 1000 grazie attendo risposta….

  13. Salve ,mi chiamo Norma e cercando notizie su una macchina da cucire che ho acquistato in un’asta on line mi sono imbattuta nel suo blog . E’ vero che nella descrizione della macchina c’era scritto “rara” ma non riesco a trovare nessuna informazione. Nella testata c’è scritto BDA è elettrica e fornita di valigetta . Vorrei inviarle foto ma non so come fare ,Non ho osato collegarla alla corrente elettrica perché ho sentito dire che funzionano a 110v e non mi è stato fornito pedale reostato che presumo avesse originariamente in dotazione visto che nella valigetta ci sono due fori. Spero lei possa darmi qualche informazione in più , gliene sarei proprio grata. Norma

  14. Nella precedente mail ho scordato di scrivere che nella macchina c’è una targhetta con il numero 305050 , è utile per stabilire la data di produzione e qualche dato in più ? Non so proprio da dove cominciare a fare le ricerche . Il mio primo pensiero è stato il sito ufficiale della Necchi, ma al servizio informazioni mi hanno risposto che non potevano aiutarmi e mi hanno solo indirizzato ai siti dei rivenditori di ricambi . Mi scusi per il disturbo ma ho visto che si intende molto di queste cose e spero nel suo aiuto . Un salutone dalla Sardegna. Norma

  15. Ho una macchina Necchi julia supernova 534. Ereditata da mia Suocera. Mi diletto a fare qualche lavoro…semplice. Poi ho scoperto che lo zig zag non funzionava. Ispezionando gli ingranaggi per lo spostamento laterale ho scoperto che un ingranaggio è parzialmente consumato. Dovrebbe essere quello definito di trasporto e dovrei sostituirlo. In un sito per la vendita di ricambi Singer/Necchi ho trovato l’ingranaggio che sembra essere quello che mi interessa. Tra le macchine Necchi che hanno quell’ingranaggio non viene menzionata la julia 534.INGRANAGGIO NECCHI 304; NECCHI 404 TREND; NECCHI 405; NECCHI 409; NECCHI 455 TREND UNO; NECCHI 590; NECCHI 3000; NECCHI 3230; NECCHI 6200; NECCHI 8200; NECCHI 8600; NECCHI 9500; ETC….può essere applicato anche alla mia julia 534. Grazie per la collaborazione.Ci tengo molto a rendere funzionale la macchina che a mio parere ha un’ottima meccanica.

  16. Buongiorno Sig. ra Lila,

    Ho trovato per caso il suo sito e leggendo della Sua passione per le macchine da cucire volevo solo informarla che ho una macchina da cucire Vigorelli ZZ/A del 1956 appartenuta a mia nonna e che intendo vendere, usata pochissimo e pertanto come nuova. L’abbiamo provata ed è ancora perfettamente funzionante e completa oltreché del suo mobile anche di tutti gli accessori originali che osservandoli non sembrano essere quasi mai stati usati da mia nonna. Le interesserebbe l’acquisto? Io sono di Udine e può contattarmi tramite mail: lisa.marano@libero.it Buona giornata Lisa

  17. salve
    Bellissimo sito
    Ho una giulia supernova
    Come nei post in precedenza da lei consigliato
    Sbloccato ago
    Ora problemino con lo zig zag,non rimane nel posto che metto la levetta
    Forse usurato i blocchi
    Grazie per qualsiasi aiuto
    Silvio

  18. Sono felicissima!!!!!! Ho trovato finalmente il manuale di Necchi B U Serie NOVA, spiegato un pochino meglio. Grazie, grazie, grazie.
    Vorrei fare un piccolo corso di istruzioni per l’utilizzo della macchina stessa al fine di poterla usare in ogni momento senza alcun problema. E’ possibile avere quest’altra notizia?
    A

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *